Argentina: Carlos Gardel, la voce del tango

Pubblicato il da Andrea Ballerini

Tra i miti latinoamericani, un posto importante è occupato da Carlos Gardel, celebre cantante, compositore, attore. Un personaggio che è entrato nella storia del tango e della cultura argentina e sudamericana in genere.

Si dice che sulla sua tomba, nel cimitero della Chacarita di Buenos Aires, ci sia sempre una sigaretta accesa e un altoparlante continui a diffondere la sua voce, la voce del tango, quella di Carlos Gardel. Una scomparsa tragica la sua: all'aeroporto di Medellín, quando il suo aereo, mentre si preparava a decollare, si scontrò con un altro aereo fermo nella pista. Scoppiò un incendio e morì carbonizzato. Aveva solo 45 anni. Celebre cantante, compositore, attore, Gardel è personaggio che è entrato nella storia del tango e della cultura argentina e sudamericana in genere.

Quando muore un personaggio tanto amato dal pubblico e dalla critica, si crea immediatamente il mito e così è stato anche per Gardel, diventato uno dei personaggi che fanno parte della storia del tango, ma soprattutto della storia dell'Argentina e non solo. La sua biografia inizia già con un mistero sull'anno e il luogo di nascita: alcune fonti parlano del 1890 a Tolosa, altre del 1887 a Tacuarembó, in Uruguay. Fin da giovane vive a Buenos Aires dove fa parte delle piccole bande locali e lì acquisisce il caratteristico accento porteňo del dialetto lunfardo. Ha una bella voce baritonale e lascia gli studi e inizia la sua carriera di cantante e musicista, che lo porteranno a suonare in tutto il mondo e a frequentare le più grandi voci di quel periodo, da Enrico Caruso a Josephine Baker a Bing Crosby.

Il giorno della sua tragica morte aveva quasi terminato una delle sue tante tournee in giro per il Sud America. Nel quartiere di Buenos Aires dove è cresciuto, dalle parti del mercato dell'Abasto, ora sorge una statua che lo ricorda, così come una stazione della metropolitana di Buenos Aires. É stato anche pubblicato un romanzo a fumetti che racconta la sua storia e negli Stati Uniti sono stati emessi dei francobolli commemorativi per rendere omaggio ad alcune celebrità di origine latinoamericana, tra queste anche Gardel. L'Unesco ha dichiarato la voce di Carlos Gardel Patrimonio Culturale dell'Umanità.

Carlos Gardel Carlos Gardel (1933)Carlos Gardel (1933) . | Source Ar

Con tag America Latina

Commenta il post